Le Maldive con i bambini, il sogno del mare d’inverno.

by / 5 commenti
maldive con i bambini

Finalmente ce l’abbiamo fatta, abbiamo preso il coraggio a due mani ed abbiamo affrontato un viaggio intercontinentale, per raggiungere una meta che sognavamo da tempo, le Maldive con i bambini (8, 7 e 2 anni). Ad attenderci un paradiso fatto di sole, sabbia bianchissima, mare cristallino, pesci colorati e tante attività divertenti!

Centinaia di minuscole e perfette isolette sparse nell’oceano indiano, ognuna meravigliosa ed unica, ideale per chi vuole godersi una fuga dalla città e sperimentare quella sensazione di relax tutto speciale che regala il mare d’inverno.

La cosa più bella? Alle Maldive puoi toglierti le scarpe per tutta la vacanza e rimetterle solo alla partenza.

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

APPUNTI DI VIAGGIO

Dopo un viaggio aereo piuttosto lungo ma gestibile, in quanto diviso in due tappe da 5 e 4 ore, con uno scalo di due ore a Doha (compagnia Quatar) siamo atterrati su una vera e propria lingua di sabbia, all’aeroporto di Male.

Da qui con un piccolo aereo idrovolante da 12 posti, non senza un pizzico di brivido, abbiamo sorvolato il paradiso degli atolli maldiviani per un’ora, prima di raggiungere la nostra isola dal nome impronunciabile di Madhiriguraidhoo, che fa parte dell’Atollo Lhaviyani, dove sorge il villaggio Palm Beach Resort and Spa.

Dopo un primo momento di disorientamento dovuto al clima molto caldo e umido e al leggero fuso orario (4 ore in più rispetto all’Italia) questa splendida isola ci ha accolto e regalato 9 giorni da favola, in un ambiente naturale davvero unico al mondo.

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Madhiriguraidhoo è un’isola piuttosto grande rispetto ad altre: circa 2 km di sabbia e folta vegetazione, dove si può girare a piedi ma più facilmente con le tante biciclette messe a disposizione degli ospiti gratuitamente.

Per i più pigri sono a disposizione dei buggy (macchine elettriche) che garantiscono un servizio di trasposto dalle camere ai vari punti dell’hotel.

La questione delle bici è stata una vera svolta in quanto i bambini più grandi hanno potuto sentirsi autonomi e liberi negli spostamenti sull’isola e noi genitori abbiamo fatto un pò di sano movimento.

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

L’isola termina da un lato con una splendida lingua di sabbia dove ci sono una decina di grandi ombrelloni di paglia e un bar. Il mare è davvero cristallino e sullo specchio d’acqua di uno dei due lati della lingua atterrano e decollano gli idrovolanti. Lo spettacolo è piuttosto impressionante.

Maldive con i bambini

Le camere, disponibili di varie tipologie, sono molto spaziose e consistono in dei bungalow con il tetto di paglia e il bagno all’aperto (cosa che ha divertito molto i bambini) arredate con mobili di legno di manifattura locale. La parte esterna ha due lettini e un “hindoli”, il tipico dondolo maldiviano dove Penelope ha fatto grandi pisolini.

Le case si affacciano quasi tutte direttamente sulla spiaggia permettendo un risveglio meraviglioso: la mattina era bellissimo alzarsi, attraversare un piccolo cespuglio di mangrovie e potersi tuffare direttamente in quel mare da favola. O semplicemente ascoltare il rumore del mare e raccogliere i paguri sulla riva.

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Le giornate sono state ricche di momenti di sano relax in spiaggia con palette e secchielli, ma anche di attività molto interessanti sia per i grandi che per i piccoli.

Quasi ogni giorno ci siamo dedicati allo snorkeling: o partendo dal molo con un dhoani (l’imbarcazione tipica maldiviana), o direttamente dalla spiaggia a nuoto o in canoa, esplorando la laguna fino alla barriera corallina.

Lo spettacolo che si apre usando semplicemente una maschera ed un tubo è surreale: pesci colorati e bellissimi, razze, squaletti, coralli, murene e tartarughe. E Luigi, con mio sommo terrore, ha fatto il bagno con uno squalo nutrice, innocuo sì, ma lungo più di due metri!

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Si possono fare anche escursioni ad un isola deserta, praticamente un banco di sabbia nell’oceano, dove vivono solo uccelli marini e ad un’isola abitata dai pescatori locali per vedere come vivono e conoscere un pò della loro cultura.

Papà e figlio hanno partecipato ad una battuta di pesca notturna di due ore con partenza al tramonto in barca. È stato emozionante ma molto difficile, perché i pesci erano grandi e Luigi ha avuto qualche problema a tirare su la lenza con i guanti. Il giorno dopo i pesci pescati (un barracuda e un dentice) ce li hanno cucinati e portati a tavola al ristorante: favoloso!

Maldive con i bambini

Ci è toccato anche qualche bagno in piscina, inutile negarlo i bambini la amano sempre. Il fascino a noi adulti incomprensibile di bordi da cui tuffarsi, fondi da toccare e gare da vincere, in certi momenti ha la meglio.

Fortunatamente il villaggio offre due piscine in riva al mare: una per i piu piccoli e una grande, che il pomeriggio dopo le 5  si anima con le prove di immersioni con le bombole.

Questa è un’attivitá adatta anche ai bambini dagli otto anni in su, per i quali c’è l’apposito programma “bubble makers“: una prova in piscina ed un’uscita in mare aperto, con tutta l’attrezzatura. Giada, nonostante qualche paura, lo ha provato ed è rimasta entusiasta del mondo che ha potuto ammirare già a 2 metri di profondità con le bombole.

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Per i bimbi sia la mattina che il pomeriggio c’era il mini club (dai 3 anni) con attività e giochi tranquilli sulla spiaggia e in piscina.

Nonostante le animatrici fossero molto coinvolgenti e carine, i nostri figli hanno preferito spesso stare con noi o organizzarsi il loro spazio con i nuovi amici, costruendo capanne sulla spiaggia o giocando a palla sotto le mangrovie.

Il resort ha anche numerosi impianti sportivi, come la palestra, un campo da pallone, uno da basket, uno da tennis e uno da beach volley oltre a ping pong, biliardino e bocce. Insomma, impossibile annoiarsi.

L’isola ci ha regalato anche la  scoperta di animali terrestri tra cui un serpente innocuo ma davvero impressionante, caduto da un tetto di paglia quasi in testa a Giada, degli aironi stupendi e le cosiddette volpi volanti, ossia degli enormi pipistrelli marroni!

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Maldive con i bambini

Un’esperienza unica e irripetibile sono state le visite alla incantevole “Coconut Spa” dove le mamme possono regalarsi qualche ora di puro relax con massaggi meravigliosi di ogni tipo in riva al mare  (con pietre calde,  balinese, shatzu, trattamenti di gommage, con olio caldo e finanche con il cioccolato). Per le bambine ci sono trattamenti di mini manicure e pedicure o brevi massaggi adatti a a loro.

All’interno della Spa c’è una bellissima boutique di vestiti, per grandi e bambini, costumi, borse e oggetti molto particolari.

Non posso non parlare del cibo: buffet di ottimi piatti, molti dei quali a base di pesce freschissimo locale (abbiamo mangiato anche il barracuda) ma con menu adatti ai bambini. Lo Chef Pino si è prodigato con gentilezza anche nel soddisfare le esigenze di Giada che è celiaca e ha potuto mangiare piatti senza glutine gustosi e saporiti.

Consigli pratici

È un posto sicuro, non ci sono malattie, non vanno fatti vaccini, non ho visto neanche tante zanzare.

L’unico vero pericolo è il sole: picchia fortissimo, sulla spiaggia non c’e moltissima ombra e la sabbia bianca riflette i raggi e puó infastidire gli occhi di grandi e bambini. Bisogna stare attenti anche ai coralli che possono graffiare o far male ai piedi dei bimbi.

Ovviamente essendo un’isola lontana da tutto, la questione medica va considerata.

C’è un presidio medico sull’isola, ma è bene portare dei medicinali per ogni evenienza.

Comunque noi siamo partiti dall’Italia tutti con tosse e raffreddore e dopo 24 ore eravamo perfettamente guariti!!

Maldive con i bambini

Condividi

About the Author

Daria

Tris Mom in love with traveling and outdoor education