Quando la felicità ti sta stretta

quando-la-felicita-sta-stretta

A volte capita che la felicità mi stia stretta.
Che mi senta quasi in colpa a provarla.

Come se non ne avessi il diritto, come se mi vergognassi quasi ad ammetterlo di essere felice. Perché qualcuno che amo, in quel preciso istante, sta soffrendo.

E allora mi capita di palparla la felicità. Di sentirla tra le mani. Ma è tutto un attimo e a volte vorrei fermarlo.
Fotografarlo nella mente, archiviarlo tra i momenti più importanti del mio film, quello che si chiama vita.

Chissà perché, ma ogni volta che rincorro qualcosa, quando mi rendo conto di essere lì li per raggiungerla, mi fermo spesso a pensare a chi sta ancora aspettando.

E mi sembra quasi ingiusto arrivare prima io.
Come se non lo meritassi, come se non fosse il momento adatto, perchè qualcuno che ho nel cuore prova dolore.

quando-la-felicita-sta-stretta

Perché la felicità se non è condivisa è imperfetta.
Le manca qualcosa, resta in attesa “di”.

E quel qualcosa mi riempie di malinconia.
Non mi fa assaporare a pieno quel piccolo istante straordinario. Non mi fa cogliere la sua unicità.

Non sarà mai completa la felicità se non è vissuta anche dalle persone a cui vogliamo bene.

Per me è sempre stato così.

Ma non voglio smettere di sognare, di sperare nel domani.
Il desiderio più grande è riuscire a condividerla presto con chi merita di continuare a sorridere.

quando-la-felicita-sta-stretta