Nonni ospiti a casa? Ecco come renderla accogliente

by / Scrivi un commento

La casa è il luogo in cui dovremmo sentirci più protetti. Un rifugio sicuro in cui sentirci a nostro agio, sia da soli che in compagnia dei nostri cari.

Per i nostri nonni però, con l’avanzare dell’età, gli “acciacchi” e le difficoltà a muoversi con agilità, la nostra casa può presentare dei pericoli che mettono a rischio la loro sicurezza.

Se i nonni anziani vivono in casa con noi, sarà necessario adattare gli ambienti in base alle loro nuove necessità, per ridurre al minimo i rischi di incidenti e  trovare soluzioni per permettergli più libertà possibile.

Una delle soluzioni più appropriate in questi casi è senza dubbio l’acquisto e l’installazione di un montascale per anziani.

Si tratta di un dispositivo fondamentale per le persone anziane che hanno difficoltà a compiere gesti quotidiani, come salire e scendere le scale, in quanto permette loro di spostarsi da un piano all’altra della casa comodamente seduti e in tutta sicurezza.

Oggigiorno, esistono tante tipologie diverse di ausili per assecondare le varie esigenze delle persone anziane e/o con ridotta capacità motoria.

È possibile scegliere tra montascale a pedana, a poltroncina o miniascensori, sia per esterni che per interni. Non richiedono interventi di muratura per essere installati e sono semplici da utilizzare.  Così gli anziani non avranno bisogno di chiedere costantemente aiuto ad altri membri della famiglia e conserveranno la loro autonomia e indipendenza più a lungo.

Inoltre per questa tipologia di dispositivi, è possibile richiedere delle agevolazioni fiscali in modo tale che le spese di acquisto e di installazione non gravino troppo sul bilancio familiare.

Ma quali altri attenzioni si possono adottare per rendere la casa accogliente per i nostri nonni?

Il problema più comune per gli anziani è la ridotta capacità motoria, che rende loro sempre più faticosi e difficili anche i gesti quotidiani più semplici, come camminare, alzarsi e sedersi. Il rischio, molto spesso, è che vadano incontro a cadute che possono mettere in grave pericolo la salute dei nostri nonni.

Per scongiurare tali eventualità, bastano pochi ma attenti accorgimenti, uno di questi è eliminare i tappeti di casa, considerati i principali responsabili delle cadute, così come evitare tutti quegli elementi che possono essere scivolosi o di intralcio.

Nelle case, specialmente quelle più datate, non è poi difficile trovare la presenza di gradini tra una stanza e l’altra, che posso essere molto pericolosi.

Una soluzione, in questo caso, può essere la sistemazione di una piccola rampa che elimini il dislivello, necessaria soprattutto nel caso in cui la persona anziana si trova su una sedia a rotelle o se si sposta utilizzando un deambulatore.

Statisticamente, uno degli ambienti domestici in cui gli anziani possono essere più a rischio è il bagno. Si tratta, infatti, della stanza che più di tutte ha bisogno di essere adattata e modificata in base alle esigenze degli anziani che vivono con noi.

Molto spesso, i nostri nonni fanno fatica a piegare le gambe e hanno un equilibrio più precario rispetto a quello di una persona più giovane.

Hanno difficoltà a compiere i gesti necessari per poter entrare ed uscire senza rischi da una vasca da bagno.

La vasca da bagno può trasformarsi in una vera e propria “trappola”, ed è proprio per questo che è consigliato optare per vasche monoblocco con apertura laterale oppure sostituire la vasca con un comodo box doccia.

Per i lavori di sostituzione della vasca da bagno è possibile richiedere delle agevolazioni fiscali.

Si può anche far montare, all’interno della doccia, una sedia ribaltabile, grazie alla quale i rischi di scivolare diminuiscono e la persona anziana non dovrà stare in piedi tutto il tempo e potrà continuare a farsi la doccia in autonomia comodamente da seduta.

All’interno del bagno, oltre al sedile retrabile per la doccia, è possibile far montare dei maniglioni, da posizionare accanto agli altri elementi sanitari, così da permettere di spostarsi con meno fatica usufruendo di un punto di appoggio.

La domotica di oggi, con le sue tecnologie, offre molti soluzioni per contribuire a migliorare la vita degli anziani.

Per far sentire più sicuri sia loro sia le persone care che si occupano di loro ma che spesso, magari per motivi di lavoro, non possono essere presenti in casa.

Tra i dispositivi tecnologici pensati per loro ci sono, ad esempio, i sensori antincendio o dei sensori che rilevano eventuali fughe di gas.

Si sa che anche i sensi risentono sempre di più dell’avanzare dell’età e possono rallentare la percezione del pericolo.

Proprio per  questo, dispositivi di questo genere avvisano prontamente le persone che si trovano in casa tramite un allarme o un sistema di sintesi vocale.