Viaggiare on the road con i bambini: destinazione Portogallo e Andalusia

by / 2 commenti
on the road con i bambini

Sarà che la staticità non ci è mai appartenuta. Complici forse anche 5 traslochi in 6 anni, di cui 2 internazionali con pargolo al seguito.

Ma l’arrivo di Ascanio nella nostra vita non ha mai fermato il nostro grande desiderio di viaggiare.

Certo, non da subito si è viaggiato esattamente con gli stessi ritmi di un tempo. Sono cambiate le mete e le strutture scelte per le soste. Ma in ogni caso credo fermamente che avergli dato la possibilità di conoscere il mondo così presto sia per lui un dono grande, che manterrà con  per tutta la vita.

L’estate del 2015, dopo 4 anni, finalmente abbiamo osato: viaggio on the road, destinazione Portogallo.

Anzi, per la precisione: volo A/R Roma-Siviglia, 7 giorni alla scoperta dei tesori dell’Andalusia e poi via! Piede sull’acceleratore, destinazione Lisbona e l’Algarve, per poi riscendere giù, percorrendo la costa della penisola iberica, assaporandone la moltitudine di spiagge fino a Cadice, scoprendo l’Africa all’orizzonte.

Pazzi? Forse.

Ho sempre pensato che un pizzico di sana follia aiuti a vivere meglio. 🙂

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

Ma è davvero così impensabile viaggiare on the road con i bambini?

Io penso che il più delle volte dipenda da noi, se ci sentiamo davvero pronti ad affrontare un lungo viaggio itinerante con loro al seguito. La nostra tranquillità e la messa a punto di una serie di trucchetti in grado di rendere più piacevoli gli spostamenti, saranno sicuramente di grande aiuto anche ai piccoli, che si sa, assimilano quasi sempre i nostri stati d’animo.

A meno che non si pretenda che stiano lì dietro impalati senza mai chiedere: Quanto manca? / Ho fame / Ho sete / Mi scappa…

Pazienza, entusiasmo e tanta immaginazione.

Con qualche accorgimento siamo riusciti a viaggiare sereni, tutti, lui per primo (che è la cosa più importante).

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

Improvvisazione?

Ecco, quella proprio no. Partire per un lungo viaggio con i bambini sì, ma preparati.

E come?

Innanzi tutto per la prima volta da quando sono diventata mamma ho dovuto dire addio al trolley.

Per viaggiare on the road con i bambini meglio un bagaglio leggero, ho dovuto addirittura cedere allo zaino, ma effettivamente è stato utilissimo. A portata di mano sempre un sacchetto con un paio di cambi, il pigiama, lo spazzolino da denti ma soprattutto il suo inseparabile topino della nanna: i bambini amano le proprie cose, soprattutto prima di addormentarsi in un posto nuovo e misterioso.

Che altri espedienti?

Cibo, bevande, salviette umide, scottex, un sacco della spazzatura e qualche giocattolo sempre disponibili in macchina, ma soprattutto una buona dose di musica (e qui siamo fortunati perchè incredibilmente lui ama la stessa nostra), tanta tanta fantasia e il contatto con la natura.

Fantasia, sì, quella credo sia stata una delle chiavi della serenità del nostro viaggio. Dall’Alcazar di Siviglia all’Alhambra di Granada, dalla Moschea di Cordoba al Castello di São Jorge di Lisbona, fino al Castello di Sintra, abbiamo cercato di raccontargli a modo nostro il passato e la mitologia di questi paesi, vivendoli ogni giorno insieme quasi come in un libro da scoprire, trasmettendogli il più possibile la nostra curiosità di conoscere.

on the road con i bambini

on the road con i bambini

Già dall’inizio del secolo scorso Maria Montessori si era accorta del legame speciale che esiste tra bambini e natura, cogliendone le infinite potenzialità educative. Oggi nelle nostre grandi città i piccoli vivono lontano dalla natura e hanno pochissime possibilità di entrarvi in contatto diretto.

La natura restituisce tranquillità e fa sentire liberi. Per questo quando viaggiamo scegliamo di fermarci in strutture il più possibile immerse nel verde, a costo di fare qualche chilometro in più, ma per respirare la pace, insieme, rigenerandoci dopo il lungo inverno.

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

Nell’Algarve, in Portogallo, a poca distanza dalle meravigliose spiagge di Troia, Comporta o Portinho da Arrabida, ci siamo fermati in un luogo d’incanto, la Biovilla, una cooperativa per lo sviluppo sostenibile che si trova proprio nel cuore del Parco Naturale di Arrabida. Bungalows in legno, cucina biologica locale, sessioni di yoga per adulti e bambini, escursioni organizzate a piedi o in bicicletta, ma soprattutto tanto tanto silenzio, interrotto dal canto dei grilli o dalle risate fragorose di Ascanio. Un posto dove vorremmo tornare sicuramente, un Paradiso fuori dal mondo.

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

on the road con i bambini

Per viaggiare con serenità on the road con i bambini, da non dimenticare ovviamente anche le pause frequenti: lunghe o brevi, sono comunque un’occasione anche per fare una corsetta, scaricarsi e ripartire senza il broncio, magari anche con la pancia piena, il che concilia sempre il sonno, chissà.

E voi siete pronti per partire? Buon viaggio on the road con i bambini!

——-

Questo post partecipa all’iniziativa #VacanzaCompleta promossa da HomeAway

Condividi

About the Author

Priscilla Galloni

Co-founder & Head of Marketing of Family Welcome. blogger. web designer. illustrator. market analyst. geek. mom.