In viaggio a Lanzarote con i bambini

by / Scrivi un commento
Lanzarote con i bambini

Dopo la nascita della nostra terza figlia, viaggiare con i bambini iniziava a sembrarci troppo complicato e stancante.

La decisione di trascorrere le vacanze di Natale in Puglia, gozzovigliando e sperando nell’aiuto di nonni e zii, ci era sembrata l’unica possibile. Ma l’animo esploratore di papà Pier, dopo qualche giorno di relax in riva al mare barese, aveva cominciato a dare segni di irrequietezza: segno che bisognava organizzare una fuga.

Abbiamo subito pensato ad un viaggio a Lanzarote con i bambini.

Tra le mete piu vicine, (e anche più economiche), le Canarie ci erano sembrate accettabili. Non essendoci mai stati siamo partiti con gran curiosità.

Lanzarote è una piccola isola molto particolare, dove è immediato essere rapiti dai colori netti e decisi come quelli della terra lavica e delle cupole delle tipiche case imbiancate di calce. Immersa in una natura aspra ma bellissima e caratterizzata da specie endemiche straordinarie.

Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini

Abbiamo alloggiato in un hotel piuttosto grande ma molto comodo e accogliente e super attrezzato per i bambini: il Gran Castillo Tagoro Family and Fun Playa Blanca.

Il parco giochi, il mini club, il cinema e una super piscina con gli scivoli (la mitica dragon pool) hanno reso la permanenza in hotel molto divertente per i bimbi e rilassante per noi genitori.

Le stanze erano grandi e accoglienti, immerse una lussureggiante vegetazione di enormi cactus e il cibo era discreto.

Nell’hotel i bimbi grandi (8 e 7 anni) avevano anche una certa autonomia di movimento, in quanto interamente controllato e sicuro.

Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini

Per poter liberamente girare l’isola abbiano noleggiato un’auto e come prima escursione ci siamo diretti a visitare il famoso parco vulcanico del Timanfaya. Un’area di circa 51km quadrati che comprende ben 25 vulcani, di cui uno solo attivo (il Timanfaya ha preso il nome del villaggio che fu distrutto durante una terribile eruzione).

All’arrivo come prima cosa i bambini sono stati incuriositi dalle carovane di cammelli che portano i turisti in giro sulle colline rocciose e ci hanno chiesto di fare un giro.

La cosa é stata molto emozionante in quanto salire su un cammello non é proprio semplicissimo e poi anche la passeggiata, su in terreno impervio fatto di pietre laviche ha un che di “eccitante”.

In definitiva é stato divertente  e  ci ha permesso di ammirare un paesaggio mozzafiato quasi lunare da un altezza privilegiata e con risate memorabili.

Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini

Più tardi abbiamo lasciato l’auto e proseguito con un autobus che ci ha portato in cima al vulcano dove si gode un panorama mozzafiato e si puó assistere alla eruzione di forti getti di vapore tipo geyser.

Abbiamo pranzato al famoso ristorante El Diablo dove c’è un enorme grill costruito su un punto dove fuoriesce molta energia e calore che cuoce il cibo (carne salsicce, patate) naturalmente! Una mangiata memorabile.

Lanzarote con i bambini
Abbiamo visitato, dopo un piacevolissima passeggiata partendo dall’hotel, anche la bellissima Playa Blanca. Una distesa di sabbia chiarissima incastonata tra scogli scuri e maestosi dove i più coraggiosi hanno fatto il bagno, in un acqua non proprio tiepida.

Lanzarote con i bambini

Lanzarote con i bambini
Lanzarote è un’isola magica dichiarata patrimonio dell’Unesco dal 1993 e ricca di sorprese, calette e natura incontaminata. Come il Lago Verde, una laguna formatasi in un vecchio cratere vulcanico!

Un’altra tappa da non perdere è la cittadina di Teguise nella giornata del  mercato settimanale dove si puó acquistare di tutto, dal cibo all’artigianato locale.

Merita una visita anche Haria, un paesino delizioso all’estremo nord dell’isola, interamente circondato da un enorme palmeto (valle de las mil palmeras) uno dei migliori palmeti di palma autoctona delle isole Canarie.

Nell’addentrarsi lungo la strada tra le montagne, appare quest’oasi in mezzo alla geologia più pura dell’isola. Terre verdi e coltivazioni cosparse del bianco dell’architettura popolare dell’isola. All’ombra del misterioso vulcano Corona.

Lanzarote con i bambini
Interessante è stata anche la visita alla Casa Museo del noto artista César Manrique. La piazza León y Castillo invita a rilassarsi all’ombra di allori ed eucalipti. Il centro del paese è rappresentato dalla chiesa di Nuestra Señora de La Encarnación. Qui confluiscono tutti i percorsi e le vie del villaggio. Uno degli edifici religiosi più antichi è l’eremo di San Juan Bautista, che si incontra all’ingresso della località.

Lanzarote ci é rimasta nel cuore e torneremo prestissimo!