In Scozia con i bambini: un itinerario family friendly

by / Scrivi un commento
itinerario in scozia con i bambini

Paesaggi solitari mozzafiato che si estendono senza fine su terra, mare e isole. Loch scintillanti che riflettono colori imprevedibili e mutevoli del cielo. Boschi incontaminati, un’eccezionale fauna selvatica ma soprattutto un verde accecante, che si propaga praticamente ovunque.

Tutto questo, accompagnato dalla calda ospitalità, l’ottima cucina di mare e un numero esagerato di castelli che si ergono a sorpresa in contesti straordinari, rende un viaggio in Scozia con i bambini un’esperienza davvero indimenticabile.

Nonostante le sue piccole dimensioni, la Scozia ha tantissimo da mostrare ed è una destinazione molto amata, specialmente in estate, quando le temperature sono più miti.

Proprio per questo un viaggio in Scozia con i bambini non può essere organizzato last minute, ma va programmato con un certo anticipo scegliendo bene le tappe, in base al tempo utilizzabile.

Per riuscire a godersela senza fretta (il che con i bambini è a dir poco fondamentale), l’ideale sarebbe avere a disposizione un paio di settimane. Il nostro itinerario è durato 18 giorni, ma confesso che a fine viaggio qualche tappa l’avrei evitata, per fermarmi un po’ di più nei luoghi che ci hanno letteralmente conquistato.

itinerario in scozia con i bambini

Il motivo principale sono le condizioni meteo: in Scozia il tempo è del tutto imprevedibile, ed anche in estate piove spesso. Se si programma la permanenza in un posto per solo un paio di giorni, c’è il rischio di non riuscire a visitarlo come si deve, perché con i bambini chiaramente è impensabile camminare a lungo sotto la pioggia (seppur quasi sempre leggera).

Un altro motivo è la rete stradale: nelle zone più remote, ma effettivamente più belle della Scozia, la maggior parte delle strade sono in ottime condizioni, ma sono molto strette e a corsia unica, permettendo il passaggio di un solo veicolo alla volta.

Il che significa che più volte durante il tragitto, quando s’incrociano altre auto, bisogna accostarsi nei così detti “passing place” laterali, creati appositamente lungo il percorso. Di conseguenza quando si calcolano i tempi di percorrenza da una tappa a un’altra, bisogna tener conto che per fare 100Km in alcune zone possono essere necessarie anche più di 3 ore!

Continua a leggere…