In campeggio con i bambini: 4 consigli da tenere a mente

by / Scrivi un commento
In campeggio con i bambini

In campeggio con i bambini: una scelta eccellente, per tutta una serie di motivi.

Innanzitutto il camping è un hobby sano, che permette ai bimbi di stare a contatto con la natura, e di imparare il rispetto per l’ambiente che li circonda.

Inoltre, il campeggio è un momento magnifico per cementare i rapporti genitori – figli, e per creare una comunione di intenti.

È anche un modo per responsabilizzarli, e per capire loro cosa significa vivere separati dalla tecnologia.

Da non sottovalutare nemmeno il peso sociale del camping: in campeggio i bimbi possono giocare all’aria aperta, e soprattutto possono fare amicizia con altri coetanei.

Ecco perché oggi scopriremo 4 consigli per vivere al meglio questa esperienza.

1. Scegliere la struttura migliore per la famiglia

Andare in campeggio, insieme a tutta la famiglia, richiede innanzitutto la necessità di scegliere una struttura family friendly.

Meglio optare per un bungalow, piuttosto che per una tenda, anche per stare più comodi ma senza rinunciare ai capisaldi del campeggio.

Si può fare l’esempio di Ca’Berton, un villaggio turistico ideale per famiglie con bambini, che offre dei comodi bungalow a Cavallino – Jesolo. È una scelta ideale anche per un altro motivo: un villaggio di questo tipo offre dell’intrattenimento per bambini, rendendo più divertente il campeggio.

In campeggio con i bambini

2. Non dimenticare gli oggetti essenziali

Un campeggio richiede poche cose, ma necessarie: una famiglia non dovrebbe mai dimenticarsi di partire con la giusta dotazione per il campeggio.

Questa dovrebbe ad esempio includere una lampada a gas e un kit di primo soccorso, insieme alle stuoie per la tenda. Anche vasini e bacinelle sono consigliati, specialmente quando si parte con bimbi molto piccoli.

Inoltre, non dimenticatevi di portare con voi le torce per le tende e soprattutto le borracce per l’acqua. Infine, meglio abbondare in quanto a snack (sani), nel caso abbiate previsto delle escursioni.

3. Programmare le attività con i bimbi

Il camping fornisce una lista quasi infinita di potenziali attività da fare insieme: ad esempio, se si campeggia in una zona lacustre, la pesca è un hobby che si può praticare anche con i bambini, così come un bel giro in canoa.

Chiaramente, per chi campeggia nei boschi le escursioni diventano una delle principali attività ricreative, da fare tutti insieme.

Anche il bird watching può diventare un hobby molto placido e rilassante, insieme alla contemplazione del cielo stellato.

Il segreto è programmare: pianificando prima le attività, potrete portare con voi tutto il necessario.

Dunque oggetti come il telescopio, il binocolo, l’attrezzatura da pesca e via discorrendo.

In campeggio con i bambini

4. Approfittare del camping per insegnare

Il campeggio può anche diventare un’attività formativa per il bambino: innanzitutto potreste insegnargli come avere rispetto della natura circostante, così da fargli comprendere l’importanza dell’ambiente.

Potreste anche farlo divertire e nel mentre insegnargli i nomi delle piante o degli animali, magari portando con voi un libro illustrato.

Se c’è la possibilità, potreste anche organizzare delle visite presso i parchi naturali della zona, coinvolgendo i vostri bambini.

In campeggio con i bambini

Infine, potreste anche organizzare dei giochi assegnando loro dei compiti specifici: in questo modo potrete insegnare loro ad inseguire degli obiettivi.