La pappa dei bambini in viaggio: mai senza borsa frigo.

by / Scrivi un commento
borsa frigo

Due tra le mie più care amiche sono Elena e Costanza.

Elena, un figlio di 7 anni, che gira (tutto l’anno, da circa 6 anni) con una borsa termica piena di frutta e verdura (e che si fa prendere in giro da amici e parenti per il suo portabanana) e Costanza, due figli di 2 e 4 anni, che abusa di merende da bar e prodotti confezionati.

Non sono l’una l’opposto dell’altra, no. Sono due mamme bravissime, con tanti punti in comune.

borsa frigo

Fluf Pow Organic Lunch Bag

Ma sulla questione cibo, agiscono molto diversamente. Ecco, all’opposto.

La prima, Elena, è un’imprenditrice e ha delle giornate, settimane, mesi davvero pazzeschi. Pianifica la propria vita e quella di suo figlio in maniera attenta e minuziosa. Ha provato sul proprio corpo cosa vuol dire mangiare bene. Principalmente frutta, verdura, legumi. Poco pesce e poca carne. Zero prodotti da forno, se non durante feste e festicciole.

Borsa porta pranzo

Da un lato per garantire benessere a se stessa e a suo figlio, gira con una borsa frigo: quando esce da scuola, per esempio, gli offre un frutto o uno yougurt. Ho sentito spesso il bambino, abituato, chiederle: “Mamma, che hai messo oggi nella borsa frigo?”, come se in quel sacchetto, si nascondessero delle vere e proprie sorprese. Insomma, Elena, è riuscita a creare un’abitudine positiva. E devo dire che risparmia pure.

borsa frigo

borsa frigoMa lo sapete quanto costano le merendine? Davvero tanto! Proprio ieri sera, ero a cena con il quasi-marito e il bimbo da una coppia di amici con 3 figli. Il padre, manager nel settore edile, si lamentava di spendere più di 100 euro a settimana per delle merendine da frigo molto famose.

Yodo Zainetto termica

E subito ho pensato a Costanza. Due figli, un lavoro da dipendente mal retribuito. E’ sola a Roma, non ha altri che il marito. Le loro famiglie di origine sono lontane. Lei, come il partner, lavora full time. Tempo per fare la spesa quotidiana “fresca”: zero. Abitudine ad acquistare merendine: totale.

borsa-per-lunch-box

Costanza risparmia tempo e ne guadagna stressandosi meno. Nel delirio quotidiano, casa, lavoro, scuola, attività, traffico, sport pomeridiani, rientro in ufficio alle 17 per uscirne alle 20 preferisce concedersi questa comodità. Ma io mi sono chiesta: davvero è più comoda una merendina di una banana? In fondo, basta togliere la buccia. Emh.. Volevo dire, la carta!

p.s. Se siete come Elena e optate per le borse frigo, le trovate QUI