L’importanza del gioco per i bambini.

by / Scrivi un commento
giochi educativi per bambini fisher price

Essere mamma è un lavoro a tempo pieno molto impegnativo.

Soprattutto quando il nostro scopo principale è quello di far crescere i bambini con sani principi, senza tralasciare creatività e fantasia.

Uno degli aspetti fondamentali della loro crescita è il gioco. E le domande che spesso ci poniamo sono proprio legate a questo.

Troppe volte pensiamo che sia solo un momento di divertimento per i nostri piccoli. In realtà c’è dietro un mondo intero da scoprire.

Qualche tempo fa ho partecipato all’evento “Scoprire le sue passioni è un gioco”, organizzato da Fisher-Price, dedicato al rapporto tra mamma-bambino nell’ambito del gioco.

Grazie alla partecipazione di esperti e alle ricerche fatte da DoxaKids, quello che prima per me era un pianeta sconosciuto, è diventato anche mio.

Attraverso l’ultima campagna di comunicazione, Fisher-Price ci invita a  lasciare che i bambini siano bambini, esaltando così la loro unicità e naturalezza.

giochi preferiti dai bambini

La pedagogista Elena Urso, durante l’evento, ha affermato:

Fondamentale è la libertà di sperimentare, di giocare da solo o in gruppo. La libertà di seguire un tempo interiore nella scoperta dei giochi e del loro utilizzo. E’ attraverso questa che il bambino può avere l’opportunità di conoscere se stesso, di imparare cosa gli dà piacere e cosa fastidio.

Il gioco non è solo gioco. E’ libertà. E’ un modo divertente per imparare a conoscere se stessi e tutto ciò che li circonda.

E, la cosa più importante, è che noi mamme ne siamo completamente partecipi.

giocare insieme ai bambini

Tra i mille impegni, quanto tempo giochiamo con i nostri figli?

Quante volte ci siamo divertite davvero giocando insieme?

I bambini amano sapere che siamo lì, e che ci stiamo divertendo con loro. A volte anche solo la nostra presenza può fare la differenza.

Quando si tratta di scegliere quale giocattolo comprare o regalare, noi mamme abbiamo sempre l’ultima parola.

Io, per esempio, in un negozio di giocattoli, cerco sempre di scegliere il gioco migliore per mio figlio. Il più educativo e di qualità. Ma non gli ho mai comprato un giocattolo che accendesse in me quel desiderio di giocarci insieme a lui.

Sono state le parole della dottoressa Urso a farmi riflettere.

Un gioco che piace ai genitori è un ottimo veicolo di conoscenza per grandi e piccoli. Ciò di cui hanno bisogno i bambini è sentire che genitori hanno voglia di condividere con loro quel momento.

giocattoli-educativi-per-bambini-fisher-price

In più la dott.ssa Urso ha sottolineato l’importanza che hanno i giocattoli vecchi, e l’ordine in cui sono lasciati.

Non bisogna buttare via i giocattoli al primo strappo e avere fretta di sistemarli.

Per i bambini un gioco rotto non è da buttare. E’ un altro gioco, che apre nuove possibilità di scoperta. Lasciare i giochi nel luogo in cui hanno giocato è ordine, perché sanno esattamente dove ritrovarli.

Anche a me tante volte è capitato di non sistemarli.

Dopo un’interminabile giornata di lavoro, il mio desiderio è quello tornare a casa e rilassarmi con lui.

E se nella cameretta i giochi non sono a posto? Beh, sicuramente ne sarà felice e non impazzirà per cercarli.

In questi casi, appena mi vede la prima cosa che mi dice è proprio:

grazie mamma, hai lasciato i giochi dove li avevo messi io!

Non si finisce mai di imparare quando si è genitori.

Giocare è fondamentale per i piccoli. Crescono e imparano nel modo più genuino. E noi, con loro, evadiamo per un attimo dalla vita frenetica di tutti i giorni.

#eccocosapensa  #playmore

Post realizzato in collaborazione con Fisher-Price