Quanto contano i legami famigliari per i bambini

by / Scrivi un commento

Uscendo dall’ambito ristretto di genitori e figli, anche i legami famigliari per i bambini sono importanti. Un’altra fonte
di sentimenti per i più piccoli della tribù, che, quando è possibile, va salvaguardata.

Guardo i miei figli litigare e poi improvvisamente tornare a giocare insieme, come se nulla fosse mai accaduto.

La normalità – penso – per la comune esperienza mia e delle mamme di sempre.

La stessa cosa sicuramente era solita pensare mia madre, davanti alle scaramucce tra me e mio fratello, destinate a svanire in un lampo, come neve al sole.

Quando si è bambini funziona così.

E così è stato finché siamo stati piccoli, appunto, poi crescendo qualcosa è cambiato.

Le discussioni da grandi sono diventate indifferenza e l’indifferenza è sfociata in completo distacco.

Che fine hanno fatto l’affetto, i legami di sangue, la mutua difesa verso il mondo fuori, il far tesoro dei comuni ricordi?

importanza dei rapporti famigliari per i bambini

In molti abbiamo madri, padri, fratelli, suoceri con i quali, purtroppo, si sono incrinati i rapporti.

Succede anche nelle migliori famiglie che qualcosa vada storto.

Dobbiamo sentirci in colpa per questo? Dobbiamo avere l’obbligo morale di andare d’accordo?

Non facendo violenza contro noi stessi o per ipocrisia, naturalmente, però possiamo provarci, anche per il bene dei bambini.

Quando i parenti sono anche zii, nonni e cugini dei nostri figli.

rapporti famigliari importanza

La sola verità che conosciamo è che questi parenti, esclusi o auto esclusi, oggi sono anche gli zii, i nonni o i cugini dei nostri figli.

In gioco, allora, ci sono emozioni e sentimenti negati a tavolino ai più piccoli, sotto la cinica regia di noi adulti.

A volte sono addirittura la somiglianza dei gesti o dei tratti somatici a ricordarci che siamo parenti e non possiamo barare.

Sono state scritte pagine e riempite vite a raccontare di come possano essere speciali i legami con i nonni e con gli zii.

E non c’è dubbio che i buoni legami famigliari con i parenti, sommati al bene di mamma e papà, facciano crescere bambini sicuri, circondati da una coralità di affetti. Il clima positivo che si crea è come un humus, dove ciascuno mette il proprio ingrediente prezioso e diverso.

quanto contano i rapporti famiglieri per i bambini

Tornando a me, quindi, vorrei dire a me stessa che essere una famiglia non vuol dire condividere per forza e sempre le stesse opinioni o gli stessi punti di vista.

Ma non per questo bisogna allontanarsi o peggio creare barriere sempre più alte.

In fondo come scriveva Tolstoy nelle prime righe di Anna Karenina:

Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro. Ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.