Dipendenza da videogiochi e smartphone negli adolescenti, come riconoscere i sintomi.

by / Scrivi un commento
dipendenza dai videogiochi e smartphone

Che sia per mandare un messaggio o giocare con un videogioco, quando diventa un abuso, la dipendenza si presenta e crea problemi di socialità, rendimento e anche depressione.

Per questo è importante che i genitori diano dei limiti. Secondo i medici, i ragazzi non dovrebbero passare mai più di un’ora o due al giorno con un dispositivo digitale.

In Cina l’uso eccessivo tra i ragazzi di videogiochi e smartphone sta diventando un’emergenza sociale, ma la preoccupazione per l’abuso di videogiochi e di altri dispositivi digitali si sta diffondendo anche in Occidente.

Dipendenza da videogiochi e smartphone

In uno studio recente, Lemmens ha individuato 7 sintomi cruciali che i genitori devono saper capire per riconoscere la dipendenza da videogiochi e smartphone in un adolescente:

1. Salienza

Giocare ai videogame diventa la più importante attività nella sua vita quotidiana, occupa costantemente i suoi pensieri (preoccupazione), i suoi sentimenti (desiderio) ed i suoi comportamenti (uso eccessivo).

Una frase d’esempio è: “Penso solo al videogame ogni momento della giornata”.

2. Tolleranza

Gioca sempre di più, gradualmente la quantità di tempo speso per i videogiochi gli fa dimenticare le altre cose da fare.

Una frase d’esempio è: “Il tempo per giocare non è mai abbastanza”.

3. Sbalzi d’umore

Le esperienze che riporta sono legate al risultato del suo impegno costante nei videogiochi. L’umore è altalenante tra euforia e stato di evasione.

Una frase d’esempio è: “Preferisco giocare piuttosto che uscire con gli altri.

Dipendenza da videogiochi e smartphone

4. Ritiro

Fa riferimento a emozioni spiacevoli e agli effetti fisici che si verificano quando il gioco viene improvvisamente ridotto o sospeso. Il ritiro consiste principalmente nella presenza di irritabilità, ma può includere anche sintomi fisiologici, come l’agitazione.

Una frase d’esempio è: “Se mi interrompono mentre gioco mi innervosisco perché perdo tutto quello che ho fatto”.

5. Ricaduta

È la tendenza a tornare più volte sui modelli precedenti di utilizzo del videogioco. Schemi di gioco eccessivo sono rapidamente ripristinati dopo periodi di astinenza o di controllo.

Una frase d’esempio è: “Quando non posso giocare mi sento agitato”.

6. Conflitto

Questo si riferisce a tutti i conflitti interpersonali derivanti dal gioco eccessivo. Inizia ad entrare in conflitto con le persone intorno a lui. Questi conflitti possono comprendere discussioni in relazione all’abbandono, alle menzogne e agli inganni.

Una frase d’esempio è: “Quando gioco troppo finisce sempre che litighiamo”.

7. Problemi

Questo si riferisce ai problemi causati da gioco eccessivo. Esso riguarda principalmente come la dipendenza assuma la priorità sulle attività principali, come la scuola, il lavoro, e socializzazione. I problemi possono sorgere anche all’interno dell’individuo, come il conflitto intrapsichico e sentimenti soggettivi di perdita di controllo.

Una frase d’esempio è: “Quando gioco mi dimentico di tutto, anche di studiare”.

Dipendenza da videogiochi e smartphone

Questo fenomeno da dipendenza è quindi una cosa molto seria, stando ai dati del Policlinico Universitario A.Gemelli, famoso ospedale romano, nel reparto per la Psicopatologia da web quasi l’80% dei ricoverati sono bambini e ragazzi tra 11 e 23 anni.

Gli specialisti ai quali rivolgersi sono coloro che si occupano di Medicina delle Dipendenze. E più si è attenti e tempestivi, minore sarà faticoso per il ragazzo uscirne per ritrovare la voglia e la gioia di vivere davvero.