Il menù giusto per il rientro a scuola alla grande

by / Scrivi un commento

Pesce, frutta secca e banane, il menu’ giusto per il rientro a scuola da campioni è semplice, bilanciato e con un pizzico di fantasia. Dalla colazione alla cena, scopriamo la tavola può essere il segreto per rendere al meglio sui banchi.

Il menù giusto per il rientro a scuola

Ci siamo, la campanella è suonata e insieme la sveglia, le attività pomeridiane e i cambiamenti vari.

Dura la vita dei bambini, in questo particolare periodo dell’anno

Quello che possiamo fare noi mamme per agevolare il loro rendimento è farci paladine della loro buona alimentazione. Le fondamenta delle abitudini alimentari si costruiscono in ambito familiare.

Lo abbiamo studiato al liceo che mens sana in corpore sano, ma lo sapevamo già che cervello e corpo vanno sempre a braccetto.

Il menù giusto per il rientro a scuola

A colazione yogurt e frutta secca, fette biscottate e marmellata

Per sfidare a colazione i bambini che si svegliano col broncio, ricordiamo che gli Omega3 sono amici del buonumore, perchè favoriscono la produzione e il rilascio di Serotonina.

Ne sono ricchi i pesci azzurri, che per i loro sapori forti spesso non sono nella lista delle preferenze dei bambini soprattutto a colazione.

Decisamente più graditi e ideali a inizio giornata, invece, gli Omega3 di mandorle, noci, semi di lino, nocciole e pistacchi, perfetti da gustare negli yogurt e da sgranocchiare da soli.

Tra l’altro nello yogurt e nella frutta secca troviamo anche il Triptofano, ideale per regolare il ritmo sonno-veglia.

Non dimentichiamo poi l’importanza di carboidrati (pane, biscotti, fette biscottate, miele, marmellata). La colazione  è un pasto importante,  che per bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni, dovrebbe aggirarsi da 300 a 500 calorie.

Una colazione adeguata permette al bambino di arrivare al pranzo consumando solo uno spuntino leggero a metà mattino.

Il menù giusto per il rientro a scuolaIl menù giusto per il rientro a scuola

A pranzo cereali e legumi per ricaricarci

Cereali e legumi devono avere un posto a capo tavola.

Per ricaricare l’organismo, dopo una mattinata trascorsa in classe, e per ritrovare la giusta concentrazione per affrontare i compiti e le attività del pomeriggio.

Hanno un alto potere saziante e forniscono energia a lento rilascio per combattere la stanchezza e la sonnolenza del dopo pranzo. Le lenticchie, ad esempio, sono ricche di vitamina B1, la vitamina anti-stanchezza.

Ricordiamo poi che la  variata proposta dei menù in relazione anche ai cambiamenti stagionali,  ha un’importante funzione di educare al gusto i bambini, indirizzandoli verso stili alimentari salutari

A cena sogliola, merluzzo, tacchino e pollo favoriscono il riposo.

Il riposo dei guerrieri è una cosa seria per ripartire bene il giorno successivo.

Sogliola, merluzzo, e carni bianche, senza dimenticare zucchine, spinaci, asparagi, aiuta a ridurre la produzione di cortisolo responsabile dello stress.

Badare sempre a cosa hanno consumato i bambini a pranzo. Il pasto serale, infatti,  rappresenta il momento di riequilibrio della giornata alimentare, pertanto deve essere composto da alimenti diversi da quelli del pranzo.

La merenda salata o dolce va alternata

Il menù giusto per il rientro a scuola

Sappiamo tutte che le merendine vanno bandite: appesantiscono  e non sono il massimo. Soprattutto se paragonate al paninetto con prosciutto e pomodoro, alla torta fatta in casa o alla super carica che ci regala la banana!

Un suggerimento ai più golosi:

Il Triptofano è contenuto anche nella cioccolata, perciò semaforo verde a qualche quadretto, purchè sia fondente!